Cronache

  • QUELLI DELLA MARCIALONGA


    Folto gruppo Marathon alla classica di montagna di inizio settembre, la Marcialonga di Val di Fassa e Val di Fiemme.
    Gara leggermente bagnata seguita, c'è da scommettersi, da un abbondante rifocillamento da Tito, al Maso dello Speck nei pressi di Cavalese.
    Qualcuno ha corso solo per poter poi partecipare al "secondo tempo"...

    Continua la lettura ...
  • PACcone di fine estate!

    E così anche l''estate 2018 è giunta al termine, e in occasione dell''ultimo PAC serale di Agosto si è ritrovato in quel di Vigolo Marchese un folto gruppo Marathon Cremona (23 a correre e 23 poi a cena...), di cui una volta tanto ha fatto parte anche lo Stakanov dei trail Diego "acciuga alpina" Carubelli.
    La bella stagione è ormai avanti, ma se il meteo tiene il "PAC sotto le stelle" continuerà anche per buona parte di Settembre.
    Stay tuned!

    Continua la lettura ...
  • Iron Ma...rathon

    La mattina di sabato 25 Agosto un gruppo di atleti del Marathon si è cimentato in una prova di triathlon presso lo Chalet di Monticelli d'Ongina.

    Coadiuvati, consigliati e guidati dai nostri triatleti più esperti (Merlini, Attimonelli, Guerrini, Bisaia) siamo riusciti, non senza fatica, a completare la non (?!) semplice prova.

    Al termine la nostra Iron Woman Roberta Boschi ci ha accolto sotto il pergolato della  società con un delizioso rinfresco, che ci ha fatto quasi dimenticare la fatica.

    Grazie a tutti... esperienza da ripetere!

    Continua la lettura ...
  • YUKON ARCTIC ULTRA: SOLO PER POCHISSIMI

    Parlare di neve e gelo ad Agosto può sembrare incongruente, ma forse aiuta psicologicamente a sopportare la nostra estate afosa.
    Per gli amanti dell'ultra che più ultra non si può, si segnala questa incredibile competizione, la Yukon Arctic Ultra, che si svolge ogni anno ad inizio Febbraio nello Yukon, oltre il circolo polare artico canadese (anche se gli organizzatori sono tedeschi).
    Sono disponibili 4 distanze: maratona, 100 miglia (161 km), 300 miglia (483 km) e, solo in certe edizioni, 430 miglia (692 km)!!! E' possibile partecipare a piedi, con gli sci, e persino con la mountain bike, anche se la stragrande maggioranza va a piedi.
    Inutile dire che non si tratta né di running, né di ultra-running o di altra disciplina convenzionale: lo YAU è una gara di resistenza, con ogni probabilità la più proibitiva al mondo, che si svolge in condizioni ambientali estreme. Il tracciato è interamente su neve o ghiaccio, presenta asperità e ondulazioni, bisogna marciare in autonomia fra una base e la successiva trainando una slitta con tutto l'occorrente per la sopravvivenza. Di norma la temperatura non sale mai sopra lo zero, e di notte può scendere sino a -30°.
    Nelle passate edizioni fra le posizioni alte della classifica hanno figurato diversi italiani (il bresciano Enrico Ghidoni ha vinto la 430 miglia nel 2017, in 226 ore e rotti).
    Tipicamente, il vincitore della maratona impiega sulle 3h 45' (è l'unica gara delle 4 in cui in buona parte si può correre), quello della 430 miglia impiega fra i 9 e i 10 giorni.
    Ogni informazione è reperibile sul sito: https://arcticultra.de/      

    Continua la lettura ...